Connect with us

Libri

Animali in guerra, Vittime innocenti

Nel suo ultimo libro Animali in guerra, Vittime innocenti (edito da Il Cerchio), lo scrittore e giornalista Vincenzo Di Michele parla dei tanti animali uccisi in guerra. Un tema scabroso e ancora troppo poco approfondito.

Il Suo è un un libro che parla delle sofferenze patite dagli animali nelle due Guerre Mondiali. Ci racconti la sua opera.

Ho voluto raccontare, attraverso delle testimonianze, le sofferenze degli animali e per la prima volta ho voluto porre in evidenza come al di là degli aspetti bellici si sono creati dei veri legami tra uomini e animali, cosa che era sfuggita. 

(da: pixabay.com)

Perché l’esigenza di affrontare su carta un tema così particolare?

In tutta la disamina bellica è stata trascurata la neutralità bellica degli animali nelle guerre che ha combattuto l’uomo. Perché sono stati coinvolti anche loro? Nessuno ne parla mai, ma il vero storico è quello che deve affrontare la tematica a trecento sessanta gradi. 

Come è stato possibile ricostruire la tragicità di questo fenomeno? 

Avendo scritto il libro Io, prigioniero in Russia(storia di un alpino), ho ricevuto tante lettere e telefonate. Le persone mi volevano raccontare la loro storia. Tra queste c’era anche chi aveva un cane, chi un cavallo. Ho riportato nel libro [Animali in guerra] delle lettere che contenevano testimonianze importanti. 

Quello del maltrattamento degli animali è un fenomeno che esiste e resiste. Penso ai circhi o ai test sugli animali, come si può spiegare tutto questo?

Ci sono degli aspetti che bisogna chiarire. L’essere fanatici degli animali è un atteggiamento da me non condiviso. L’animale è sempre animale. Ciò non vuol dire che non debba esserci rispetto. Per quanto riguarda i test sugli animali, bisogna scindere il tutto perché è un tema troppo vasto. 

(da: pixabay.com)

Nel libro sono stati inseriti anche dei disegni per raccontare le atrocità vissute dagli animali. Perché questa scelta?

Lasciano un’immaginazione, lasciano quel qualcosa in più. I disegni, fatti dal prof. Renzo Santinon dell’Istituto Calasanzio di Roma, hanno ricostruito questa vicenda e consentono al lettore di farsi un’idea attraverso lo sguardo. 

Cosa deve rimanere nel lettore che legge questo libro? 

Il lettore deve pensare che dietro un libro c’è il sacrificio di un autore che ha raccolto del materiale, fatto delle ricerche per portate all’attenzione un argomento nuovo. Sono molte le persone che mi scrivono: “Io di questo argomento non sapevo niente, grazie a Lei ho capito un aspetto poco conosciuto”

Sintesi Facebook: Quando si pensa alle guerre vengono in mente numerose atrocità. In pochi, però, si fermano a pensare alle vittime mute costrette dall’uomo a partecipare a inutili scontri: gli animali. L’autore Vincenzo Di Michele affronta nel suo libro ‘Animali in guerra, Vittime innocenti’ questo scabroso tema troppo spesso celato. 

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

Andare in bicicletta fa bene alla salute e all’ambiente: Fancy Women Bike Ride

Fitness

Modella e passerella: il connubio perfetto per creare la magia della “Fashion Week 2019”

Moda

Ragazzi, leggete!

Millennial

Londra: cosa fare e cosa vedere. Luoghi da non perdere, in città e nelle vicinanze

Viaggi

Le opere più attese della 76esima Mostra del Cinema di Venezia

Cinema

Dieta e CO2: quello che vorresti sapere

Ecosostenibilità

#BodyPositivity: il normale non esiste

Medicina

Il football sala: sport e socialità

Sport

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter