Connect with us

Estetica

IL SEGRETO DELLA BELLEZZA E’ RACCHIUSO NELLA RADIOFREQUENZA

Ha convinto i medici e gli estetisti, che sempre più spesso la consigliano e la praticano. Ha sedotto i pazienti, maschi e femmine, che sempre più numerosi vi ricorrono. Tutti ugualmente sedotti dalla possibilità di restituire freschezza al volto. Parliamo della radiofrequenza: indolore, poco o per nulla invasiva, visibilmente efficace.

Lavoro, famiglia, figli e faccende domestiche, la vita delle donne è scandita da ritmi incessanti, quasi sempre accompagnati da mille incombenze. Il risultato è che spesso, le donne trascurano se stesse, accorgendosene nella gran parte delle volte quando è troppo tardi. A venir meno certamente non è l’energia, ma il tempo, una risorsa dall’inestimabile valore e per il quale basta solo saperlo sfruttare al meglio.

La donna deve porsi un obiettivo fondamentale: pensare di più a te stessa e iniziare a volersi bene curando anche il suo aspetto.

Per chi non ha tantissimo tempo, ci sono i cosiddetti trattamenti “della pausa pranzo”, che possono supportarla in questo obiettivo, consentendole, così di raggiungere i risultati sperati che siano essi di rassodamento, snellimento o ringiovanimento in poco tempo e con sedute rapide quanto una pausa.

Uno dei trattamenti più innovativi è la Radiofrequenza Quadripolare Dinamica, basata sulle tecnologie RSS™ e VRF™, che consente l’ottimizzazione della penetrazione dell’energia di radiofrequenza nel tessuto, focalizzandola nell’area di interesse (viso o corpo), garantendo, così, risultati ottimali utilizzando energie estremamente ridotte.

Per conoscere nel dettaglio gli effetti del trattamento, abbiamo chiesto alla titolare del centro estetico IT’S Estetica di Pavia, Dott.ssa Daniela Stoica, di raccontarci i segreti di questo trattamento, in cosa consiste esattamente e quale macchina utilizza.

“Si basa sulla capacità delle onde radio di generare calore. Un surriscaldamento attentamente controllato, mai doloroso, a contatto con la pelle di viso e corpo determina uno shock termico benefico, che stimola i fibroblasti a produrre nuovo collagene. Inoltre, veicolato a maggiore profondità, l’effetto termico determina vasodilatazione, favorendo la circolazione sanguigna, riducendo la ritenzione idrica, incrementando l’apporto di ossigeno ai tessuti.

A livello del volto, la radiofrequenza agisce incrementandone il turgore, attenuando la visibilità delle rughe, ridefinendo l’ovale, rassodando la grana cutanea, migliorando il tono di mento, collo e décolleté. Per quanto riguarda il corpo, si tratta del trattamento adatto a trattare ristagno di liquidi, cellulite, lassità cutanea.

Lo strumento che si utilizza per questo trattamento è stato progettato e realizzato da Novaestetyc, azienda italiana presente da oltre 25 anni nel mercato medico-estetico.

Grazie al lavoro di questo innovativo device è possibile trattare tutti gli strati della pelle partendo dall’epidermide, passando per il derma, fino ad arrivare all’ipoderma profondo riuscendo così a contrastare una vasta gamma di inestetismi come:

– Acne, Rughe e Discromie cutanee
– Cicatrici, Smagliature e Lassità cutanea
– Cellulite e Adipe localizzato 

Questa tipologia di trattamento è consigliata a chi vuole rassodare il tessuto del viso e del corpo, riuscendo non solo a ridefinire l’ovale con un effetto lifting del tutto naturale, ma anche a combattere le antipaticissime <<ali di pipistrello <<.

Il trattamento può essere utilizzato anche quando si necessiti di ridurre i cuscinetti adiposi (il cosiddetto <<doppio mento>> e le famigerate <<culottes de cheval>>) o gli antiestetici avvallamenti della cellulite.


Il device è un ottimo alleato anche per illuminare il volto, uniformare il colorito e minimizzare le discromie (come le macchie solari), levigare i segni d’espressione anche più marcati, affinare la grana della pelle e ridurre eventuali esiti cicatriziali da acne o smagliature.

I risultati della radiofrequenza sono immediatamente visibili fin dalla prima seduta, non ci sono necessità di tempi di recupero e alcun effetto collaterale.

Per eseguire il trattamento non è richiesto alcun requisito particolare, anche se ci sono piccoli accorgimenti come: controindicazione durante la gravidanza, nei pazienti oncologici, in presenza di pacemaker o altro stimolatore cardiaco, in caso di impianti e/o protesi immediatamente in corrispondenza dell’area di trattamento (fanno eccezione gli impianti odontoiatrici), in presenza di vene varicose e su cute lesa, irritata e infiammata.

Le modalità di esecuzione variano leggermente in base all’area e alla tipologia di inestetismo. In ogni caso, la cute viene detersa e adeguatamente preparata al trattamento, che consiste nell’applicazione statica o dinamica del manipolo (specifico per area e protocollo) sulla pelle dove è stato precedentemente applicato uno strato sottile e uniforme di gel conduttore.

Al termine del tempo di esecuzione, che varia dai 20 ai 40 minuti, si procede al risciacquo del gel conduttore e all’applicazione dei cosmeceutici più adeguati per completare il trattamento: siero, maschera e crema per il viso o attivatore, fango e crema per il corpo.

Di volta in volta lo specialista valutarà le specifiche esigenze e sceglierà la tipologia di trattamento più idoneo da avviare”.

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

EUROVISION 2022: TORINO PRONTA AD ACCOGLIERE IL SONG CONTEST

Musica

COME IL COVID-19 HA PEGGIORATO LE DIPENDENZE: LO SHOPPING COMPULSIVO

Terzo settore

CHE MUSICA SUONEREMO DOPO FRANCO CERRI?

Musica

“IL MIGLIORE. MARCO PANTANI”: DAL 18 AL 20 OTTOBRE USCITA EVENTO AL CINEMA.

Cinema

KETTLEBELL: COS’È E A COSA SERVE

Fitness

MATRIMONI: LA NUOVA TENDENZA E’ IL “BALLO DEGLI SPOSI”

Attualità

IL FOLLE CHE VOLEVA ESSERE SE STESSO

Medicina

LA LEGGENDA DI CHARLES MINGUS IN UN GRAPHIC NOVEL

Musica

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter