Connect with us

Cronaca

25 NOVEMBRE: GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Il 25 Novembre sarà celebrata la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. La ricorrenza è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 17 Dicembre del 1999.

L’assemblea, in occasione del 25 Novembre ha invitato i governi mondiali, le associazioni e le ONG di tutto il mondo ad organizzare eventi di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere.

Ma perché una tale ricorrenza si rende a tutt’oggi necessaria? Gli ultimi dati ISTAT rivelano che le chiamate al numero 1522, il numero di pubblica utilità contro la violenza sulle donne e lo stalking, nel secondo trimestre del 2021, sono aumentate rispetto a quello precedente. C’è quindi un aumento, seppur contenuto dei casi di donne che si sentono in pericolo fisicamente e/o emotivamente.

Un tema quindi sempre attuale purtroppo, per cui è stata istituita una giornata di riflessione e commemorazione, individuata nel 25 novembre come data significativa del coraggio e del valore di alcune donne.

Si tratta delle sorelle Mirabal: Patria, Minerva e María Teresa, chiamate anche Las Mariposas (le farfalle), che nel 1960, in questa data, furono uccise dagli agenti del dittatore Rafael Leonidas Trujillo, nella Repubblica Dominicana. Le donne erano delle attiviste e furono sequestrate, sottoposte a violenza e gettate in un burrone a causa del coraggio dimostrato nella lotta contro la dittatura e nell’affermazione dei diritti delle donne.

Quest’anno un caso di particolare preoccupazione riguarda le donne Afghane, alle quali dal momento della presa di Kabul da parte dei talebani sono stati negati tutti i diritti umani. A loro è infatti proibito lavorare, uscire, studiare, persino usare un cellulare, sono donne senza voce; donne annullate, ma che non si sono date per vinte, scese in strada a protestare per i propri diritti, per rivendicare la libertà e la pace, rischiando e talvolta perdendo la propria vita.

(da: pixabay.com)

L’Italia è invece un Paese “occidentale”, in cui viene proclamata la parità di genere, l’uguaglianza e il rispetto dei diritti delle donne, ma in cui espressioni come “cultura dello stupro” sono all’ordine del giorno, conseguenze di una mentalità e una cultura troppo radicate, che vedono ancora la donna come una proprietà, come la colpevole di ciò che subisce perché non si comporta da “brava ragazza”, “brava moglie”, come il sesso debole da proteggere o da temere, perché guai se diventasse troppo forte.

Nonostante l’approvazione della legge 69/2019, cioè il famoso Codice Rosso, rafforzi il quadro giuridico globale, restano la non certezza della pena, la lunghezza dei processi e l’alto numero di archiviazioni di casi che non tutelano la donna e i suoi diritti.

Sono più di 100 le donne vittime di femminicidio da gennaio 2021 ad oggi, e saranno ricordate e commemorate, difese nella memoria il 25 novembre, con eventi e attività in tutta Italia e nel mondo.

(da: pixabay.com)

Il simbolo di questo giorno è rappresentato da scarpe rosse da donna, esibite nelle piazze o in luoghi pubblici, a ricordo delle vittime di violenza e femminicidio. L’idea è nata da un’artista messicana Elina Chauvet, con l’istallazione Zapatos Rojos, realizzata nel 2009 in una piazza di Ciudad Juarez, e dedicata all’omicidio della sorella per mano del marito e alle donne rapite, stuprate e assassinate in questa città.

Anche il mondo social si è impegnato nella difesa delle donne. In Canada è partita l’iniziativa “Signalforhelp”, diffusasi anche in Italia. Grazie alla Canadian Women’s Foundation è nato infatti un segnale che si sta diffondendo in tutto il mondo: è un semplice gesto della mano che ha lo scopo di richiamare l’attenzione in una situazione di violenza domestica, e che ha già salvato parecchie donne in pericolo.

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

GREEN PASS SUI MEZZI PUBBLICI: ARRIVANO I CONTROLLI AUTOMATICI

Attualità

IL VOLONTARIATO DELLE DONNE E PER LE DONNE

Volontariato

SLIDING: COS’È E A COSA SERVE

Fitness

SUPER GREEN PASS: COME CAMBIANO LE REGOLE DAL 6 DICEMBRE

Medicina

FRANK ZAPPA E IL FILM SULLO SCHIAVO DEL SUO ORECCHIO INTERIORE

Musica

STOP VIOLENZA DONNE

Cronaca

‘FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI’: VERSO STRAORDINARIAMENTE ATTUALE

Cultura

SILENZI E CONFESSIONI

Lab giornalismo

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter