Connect with us

Attualità

AL VIA IL 63° SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE DI GENOVA

Con una suggestiva cerimonia di inaugurazione, iniziata con l’inno nazionale e l’alzabandiera, si è aperto ufficialmente il 63° Salone Nautico Internazionale di Genova, organizzato da Confindustria Nautica.

Un parterre istituzionale d’eccezione e senza precedenti ha presenziato oggi alla cerimonia inaugurale, che si è svolta sulla terrazza del Palazzo Blu. Ad accogliere le alte autorità governative il Sindaco di Genova, Marco Bucci, il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, e il Presidente di Confindustria Nautica, Saverio Cecchi, nonché le Autorità locali. Presenti a dare il via a questa 63esima edizione del Salone, il Vice Presidente del Consiglio e Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso (in video collegamento), il Ministro della Difesa, Guido Crosetto (con un video messaggio), il Ministro dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, Francesco Lollobrigida, il Ministro per le Politiche del Mare, Nello Musumeci, il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, e il Presidente di ENI, Giuseppe Zafarana.

Carlo Bonomi, Presidente di Confindustria, ha dichiarato: “Ogni anno il Salone Nautico di Genova stupisce. Grandi risultati per un settore che, a differenza di altri in rallentamento, sta andando a gonfie vele. Perché la nautica sa coniugare bellezza, emozione, design. E ciò è merito della forte tenacia degli imprenditori di questa industria. Nel 2020, quando tutto il mondo chiudeva a causa della pandemia, il Salone Nautico di Genova apriva. Gli imprenditori italiani stupiscono il mondo, sono orgoglioso di rappresentarli”. 

Matteo Salvini, Vice Presidente del Consiglio e Ministro delle Infrastrutture e Trasporti: “L’applauso più grande è agli oltre mille espositori che non hanno mai mollato in questi anni difficili. Questo settore più di altri si occupa di innovazione, di nuove tecnologie, di riduzione delle emissioni. L’imprenditore italiano è vocato a una sostenibilità ambientale che deve andare di pari passo con la sostenibilità economica e sociale. Noi dobbiamo aiutare chi produce ricchezza e bellezza. Inaugurare oggi un Salone in evoluzione è il segno della città che cresce in una terra straordinaria come la Liguria.
“Sul regolamento della nautica ci sono gli ultimi passaggi, il Consiglio di Stato e poi la Gazzetta Ufficiale – ha continuato il Ministro. È in fase di lavorazione la riforma dei porti, mentre la riforma per le concessioni portuali può essere un passo in avanti. C’è anche il tema dei porti turistici che aspetta risposte. Ma nessun codice in mare o in strada può imporre per legge il buon senso e il rispetto per le regole, quindi è fondamentale l’operazione che il ministro Valditara sta facendo nel portare l’eduzione civica sui banchi di scuola. Un grazie particolare va a donne e uomini della Guardia Costiera che rischiano la vita per salvarne altre.”

Saverio Cecchi, Presidente di Confindustria Nautica: “Definirei eroi gli imprenditori e i manager che decidono di fare e fanno impresa in Italia. Concordo con Carlo Bonomi sul fatto che nel nostro paese è radicata ancora una cultura anti-impresa. Oggi noi siamo una delle vere eccellenze del Made in Italy. Nel 2022 abbiamo superato 7 miliardi di fatturato. E abbiamo raggiunto un altro primato: siamo i primi esportatori al mondo per il nostro settore, pari all’88%. L’industria nautica ha toccato, per l’anno scorrevole terminato a giugno 2023, il massimo storico di export con 3,74 miliardi di euro.. E veniamo alle istituzioni. Oggi abbiamo avuto un ascolto straordinario da parte del Governo, ora ci vuole attenzione e poi azione. Non possiamo aspettare tre anni per il avere ilo Regolamento di attuazione al codice approvato nel 2020, che è lo strumento che ci permette di lavorare, perché sono necessari 14 pareri  di altrettanti ministeri. Per  i processi regolatori serve una sorta di conferenza dei ministeri, con il silenzio assenso che sostituisca ogni forma di parere”.

Nello Musumeci, Ministro delle Politiche del mare: “Oggi Genova diventa la capitale del mondo almeno per la nautica. Possiamo dire con orgoglio e senza superbia che l’Italia afferma il suo primato nel mondo in questo comparto importante. Tra le 8 filiere che compongono l’economia del mare, la nautica è quella che cresce meglio. Per merito degli imprenditori che non si sono mai arresi, neanche nei due anni terribili della pandemia. La politica è un sacerdozio laico che si alimenta di passione, credo che anche l’imprenditoria debba alimentarsi di passione. Come governo dovremmo ringraziare gli imprenditori che hanno affrontato mille difficoltà. Siamo diventati primi ma non possiamo sederci sugli allori. Noi come Governo vogliamo ascoltare le imprese che non chiedono miracoli ma di essere ascoltate. Siamo pronti a sostenere tutte le filiere che operano nell’economia del mare e combattere il nemico numero uno: la burocrazia che costringe ad attese estenuanti. In questo senso mi sento di assumere un impegno”.

Giovanni Toti, Presidente Regione Liguria: “Oggi inauguriamo il Salone della nautica più importante del mondo in un quartiere fieristico che gli abbiamo cucito addosso e firmato da Renzo Piano. Il fatto che la nautica traini ormai l’economia italiana con una previsione di incremento importante dimostra quanto sia stata una scelta vincente credere convintamente in questo settore e non è un caso che la nostra regione cresca anche in termini di occupazione più che il resto d’Italia. La Liguria è, infatti, il settore della nautica: i maggiori produttori sono qui, la migliore integrazione tra turismo e nautica da diporto è nella nostra regione e quindi – ha concluso – parlare di Liguria e di nautica è ormai un’identità assoluta”.

Al Governatore della Regione si è unito il Sindaco di Genova Marco Bucci, che ha dichiarato: “L’estensione del Waterfront è un grande passo avanti. Per l’anno prossimo abbiamo previsto l’ultimazione di parti importanti di cantiere e sarà un Salone ancora più nuovo, più grande, più importante. Ringrazio Confindustria Nautica che ci ha dato la possibilità di fare tutto ciò, dimostrando che quando si lavora per lo stesso obiettivo, si raggiungono risultati impensabili. Risultati che daranno un nuovo impulso economico e occupazionale alla città stessa. La nautica va a gonfie vele, come la città, buon vento a tutti!”  

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

ARTE: A ROMA I PECCATI CAPITALI DI ILARIA REZZI NELLA MOSTRA “PECCATI BLU”

Arte

E-PORTFOLIO – TUTOR: QUALE RUOLO PER LA MATURITA’?

Scuola

NASCE A MILANO IL PRIMO ALL YOU CAN EAT DI SCIATT E PIZZOCCHERI BIANCHI

Food & wine

TORNA L’ORA LEGALE

Attualità

PASQUA: SIGNIFICATO CULTURALE E RELIGIOSO                                                     

Attualità

I VIDEOGIOCHI D’AZIONE RISOLVONO IL DISTURBO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI A RISCHIO DI DISLESSIA

Scuola

RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA E LOTTA ALLA DISPARITA’ DI GENERE

Attualità

CRISI CLIMATICA E BIODIVERSITA’

Ecosostenibilità

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter