Connect with us

Attualità

GLI EFFETTI DELLA SICCITÀ SULLA NOSTRA SALUTE

Guai a dare l’acqua per scontata!

Un bene prezioso, primario ma che scarseggia soprattutto in questo periodo dove la siccità la fa assolutamente da padrona. Ma non è solo un’emergenza di questo 2022, siamo ormai di fronte ad una costante e dovremmo cominciare davvero ad allarmarci se pensiamo che più di un quarto del territorio italiano è a rischio desertificazione e che entro il 2025 circa la metà della popolazione mondiale vivrà in condizioni di scarsità d’acqua.

Fiumi e laghi a secco, livelli così bassi non si erano mai visti, neve sui ghiacciai pochissima, la pioggia è un miraggio, così a soffrirne sono tutti: animali, vegetazione, coltivazioni, esseri umani.

La nostra alimentazione è a rischio o potremmo doverla cambiare profondamente, meno riso sicuramente che richiede abbondante acqua e magari più soia, meno grano, ortaggi e frutta, in generale meno scelta e meno qualità.

Un discorso complesso che porta però ad una verità incontrastabile: la siccità è un pericolo concreto, attuale e imminente alla nostra salute.

(da: pixabay.com)

Ecco un elenco delle possibile patologie che possono verificarsi a causa di una penuria di acqua:

– Iponutrizione, come anticipato in precedenza, in quanto si mangia poco e male;

– Patologie mentali, perché il cambiamento climatico porta a conseguenze nel breve, medio e lungo termine;

– Patologie legate al peggioramento dell’inquinamento atmosferico come l’acutizzazione di malattie come allergie, asma, bronchiti e polmoniti;

– Possibili conflitti e danneggiamenti derivanti dalle carenze di risorse;

– Aumento delle zoonosi, le malattie infettive che si trasmettono da animali a uomo in quanto esse trovano  situazioni favorevoli dove svilupparsi;

–  Peggioramento di malattie croniche..

Capitolo a parte meritano le malattie “basate sull’acqua” e “trasmesse dall’acqua”. Le prime sono quelle in cui un parassita svolge parte del suo ciclo vitale in acqua, come la schistosomiasi, le seconde sono quelle a trasmissione oro-fecale come diarrea e gastroenterite causati dall’Escherichia Coli o addirittura può svilupparsi il colera.

Da non sottovalutare le malattie correlate all’acqua come la malaria che si forma prevalentemente nelle acque stagnanti e che trovano terreno fertile dunque in forti periodi di siccità. Infine da sottolineare tutte le malattie che possano derivare da una carenza di igiene personale legata ad assenza di acqua, quali la scabbia o i pidocchi.

Cosa fare dunque per invertire la tendenza? Parola d’ordine prevenire, fare in modo di evitare che le cose precipitino attraverso una gestione sempre più oculata della risorsa acqua. A beneficiarne ne saremo tutti noi e soprattutto la nostra salute.

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

I NUOVI INCENTIVI AUTO E MOTO

Ecosostenibilità

CURRICULUM VITAE: ECCO PERCHE’ SONO CESTINATI IN POCHI SECONDI

Attualità

“CIRCOLARI, MONTABILI E RICICLABILI”: C+S ARCHITECTS DISEGNA DUE PROTOTIPI DI SCUOLE MATERNE IN PIEMONTE

Scuola

LE NOVITA’ DEL DECRETO COESIONE E RIFORMA IRES – IRPEF

senza categoria

UTILIZZO DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE IN AMBITO MEDICO 

Medicina

DAL SENATO VIA LIBERA ALLE NUOVE NORME SULLA SCUOLA

Scuola

FISCO E ISTITUZIONI: LA RIFORMA FISCALE

Economia

LA NUOVA SFIDA EDUCATIVA DEL MINISTRO VALDITARA: IL “PIANO ESTATE”

Scuola

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter