Connect with us

Attualità

Intervista al Colonnello dei carabinieri Luciano Calabrò

A cura di Francesco Abbiati

“I nostri combattenti in prima linea sono stati i medici e gli infermieri, a loro va il nostro più grande ringraziamento” con questa affermazione, il Colonello dei Carabinieri, Calabrò, comincia a raccontare le modalità attraverso le quali l’Arma ha affrontato la pandemia.

Nel corso dell’intervista il Colonello, racconta le difficoltà iniziali, legate soprattutto alla sfera organizzativa, difficoltà al tempo stesso, superate grazie alla grande macchina organizzativa messa in moto con la collaborazione e il supporto non solo di tutta l’arma, ma anche delle Istituzioni.

Il Colonello si sofferma anche, su un’altra grande difficoltà, la paura, paura non solo per sé stessi, ma anche per le proprie famiglie.

Oggi i carabinieri sono considerati veri e propri eroi e volontari, perché, seguendo il suggerimento degli operatori sanitari hanno deciso di donare il proprio sangue e plasma all’Ospedale San Matteo al fine di supportare il percorso di guarigione dei civili che lottano contro questo nemico invisibile. 

Il Colonello conclude la sua intervista ricordando due colleghi scomparsi a causa del virus e augurando una pronta guarigione agli altri colleghi.

Guarda l’intervista integrale:

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

Si può festeggiare la settima arte con sobrietà

Cinema

Body shaming e body positive: la digitalizzazione del bullismo e dei suoi avversari

Medicina

Gli effetti sulla mente del Covid-19

Medicina

Cos’è l’allenamento funzionale: come ci si allena ed i principali benefici

Fitness

Un week end a Dresda: la Firenze dell’Elba

Viaggi

Armine Harutyunyan: Gucci e il capro espiatorio della moda

Moda

Il volontariato egoista

Volontariato

Ad amare la natura si inizia fin da piccoli

Scuola

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter