Connect with us

Editoriale

MENTRE IL MONDO DELLA SCUOLA ASPETTA, IL VIRUS DILAGA TRA I GIOVANISSIMI

Le varianti del Covid che si stanno diffondendo con rapidità nel Paese mettono sempre più a rischio anche i bambini della scuola dell’infanzia e della primaria.
di Silvana Fossati

da pixabay

I dati del contagio presentati dall’Istituto Superiore di Sanità non lasciano equivoci, dove il contagio è ripreso in presenza delle varianti del virus, questo non ha risparmiato i bambini della scuola dell’infanzia e neppure quelli della primaria e gli under 20.

Occorre, perciò, cambiare strategia in questa terza ondata e prevedere comportamenti che mettano al riparo dal contagio i nostri piccoli e i nostri giovani sulla base della trasparenza dei dati forniti dal CTS e della gravità dell’andamento della curva epidemiologica.

Sono state già perse tante ore di lezione per cui è necessario che le scuole favoriscano l’apprendimento in DAD anche per gli alunni del primo ciclo, pur con la profonda consapevolezza che si tratti di una didattica emergenziale che non potrà mai sostituire la ricchezza dell’apprendimento in presenza dove la relazione tra docenti e studenti aggiunge e dà valore agli apprendimenti.

D’altro canto non possiamo neppure non sperimentare forme alternative di apprendimento consentite e favorite dalla tecnologia.
Ecco perché le scuole dovranno garantire anche nel primo ciclo una DAD sempre più efficace.
Mentre il mondo della scuola aspetta, l’Indire e l’Invalsi monitorano lo studio in DAD e la qualità degli apprendimenti raggiunti in questo anno scolastico, in relazione ai risultati attesi. 

Ogni istituto scolastico ha bisogno di avere dati certi sulla qualità dell’insegnamento impartito ai propri studenti, anche per misurare l’eventuale perdita di apprendimenti (learning loss) determinata dalla pandemia.
Dati importanti per poter correre ai ripari in termini di recuperi e potenziamento delle attività didattiche quando la morsa del virus si sarà allentata, auspicando che ciò possa essere in breve tempo favorito dalla campagna di vaccinazione del personale scolastico che contribuirà a rendere le scuole vere e proprie zone Covid free!

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

TORNA LA GIORNATA DI RACCOLTA DEL FARMACO

Medicina

“MALA TEMPORA CURRUNT….” ossia “CORRONO BRUTTI TEMPI”

Cultura

LA CRESCITA DELL’INFLAZIONE SPINGE IN ALTO LE ASTE ONLINE

Economia

ESAMI DI MATURITÀ 2023: IL TEMA E LE MATERIE DELLA SECONDA PROVA

Scuola

EUROPEAN DATA PROTECTION DAY 2023

Finanza

IL MONDO DELLO SPORT ITALIANO A CONFRONTO SULLE SFIDE DEL FUTURO

Sport

27 GENNAIO 2023: IL DOVERE DI RICORDARE

Cultura

L’87% DEGLI ITALIANI È PREOCCUPATO PER LA CRISI ECONOMICA

Economia

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter