Connect with us

senza categoria

Coronavirus: rallentano i contagi

L’Italia è ufficialmente entrata nella settimana chiave per comprendere come si evolverà l’epidemia: si registrano 1.835 casi, 52 morti e 149 guariti.

Il dato positivo si trova nel rallentamento del numero dei contagiati, il 34% in meno della giornata di Domenica e nella tipologia dei casi accertati: il 50% del totale è totalmente asintomatico (o con sintomi lievi). 

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, afferma durante una dichiarazione nella sede della Protezione Civile di Marghera (VE) che la situazione «è assolutamente sostenibile e non rispecchia gli algoritmi e le previsioni della crescita esponenziale». In Veneto in contagi asintomatici sono 260 su 307 totali e la Sanità sta provvedendo a curare i sintomatici.

Intanto in Lombardia: nella giornata del 2 Marzo un 71enne della bergamasca positivo al coronavirus è scappato dal reparto di malattie infettive dove era ricoverato, dopo il controllo della mattina e sentendosi bene ha deciso di prendere le sue cose, chiamare un taxi e tornare a casa.

I militari di Bergamo, arrivati alla sua abitazione lo hanno denunciato per inosservanza ai provvedimenti delle autorità e ora il tassista, che si è messo in auto quarantena, sta valutando di denunciarlo. 

Dopo l’accertata positività dell’assessore per lo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli, la giunta della Regione Lombardia si è sottoposta al test: tutti negativi. L’assessore rassicura sulla sua salute «sto riposando e sono assolutamente tranquillo».

Firmato il decreto-legge sulle ‘Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-2019′

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto che prevede misure di sostegno economico per le famiglie e le imprese dei focolai del nord Italia, un primo decreto di aiuti per il turismo è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ed è dunque in vigore.

Anche la Difesa per cooperazione interna ha messo a disposizione 80 caserma sparse sul territorio nazionale, per un totale di 6.600 posti letto.

La norma Droplet

È a cura dell’infettivologo Massimo Galli e il dottor Giovanni Rezza il nuovo decalogo dell’igiene in cui si spiega come non far arrivare le goccioline di saliva (create da starnuti e colpi di tosse) alle persone vicine e come non farsi contagiare. Infatti il virus si propaga proprio grazie a queste drop (goccia in inglese) che durante uno starnuto arriverebbero almeno a 1 metro di distanza dalle vie aree.

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter