Connect with us

Cinema

Arriva la prima di “Massimo Minini. The Story of a Gallerist”

Non è la prima volta. Con “Art Backstage” (2017) la giornalista Manuela Teatini aveva già elaborato regia, soggetto e sceneggiatura di un doc dedicato al backstage della mostra “Da Cimabue a Morandi”, esposizione curata da Vittorio Sgarbi. Adesso, eccola nuovamente ad una prima per presentare il suo secondo lavoro cinematografico, intitolato “Massimo Minini. The Story of a Gallerist. Questa volta Teatini mette a fuoco una città, un uomo, la sua galleria d’arte contemporanea, la vastità delle opere e delle diverse scuole internazionali intercettate dal suo contenitore in oltre 40 anni di attività.

(Immagine tratta dal trailer disponibile online all’indirizzo https://vimeo.com/329979286)
 
 

La città è Brescia e l’uomo Massimo Minini, nel 1973 creatore di Banco, suo primo prototipo di galleria d’arte, inevitabile frutto di un mix di passione e ricerca. Minini diverrà tra i più influenti galleristi e mercanti d’arte del nostro Paese, anche se fino al 1968 sembra indirizzarsi verso il settore forense. Iscritto alla facoltà di giurisprudenza della Statale di Milano, in quella città scopre l’arte contemporanea, frequenta gallerie, realizza di non voler essere un’artista ma un curioso dell’arte.

(Immagine tratta dal trailer disponibile online all’indirizzo https://vimeo.com/329979286)
 
 

Non ha una solidissima cultura in merito. Gli studi liceali non gli hanno offerto bagaglio che vada oltre il ’700, ma cresce via via l’esigenza di comprendere cosa sia avvenuto dopo. Conosce Giancarlo Politi che lo assume a Flash Art, tra le più prestigiose riviste internazionali di arte contemporanea. Non dura. Proprio nel 1973 viene licenziato ma, a ben vedere, è una fortuna. Incontra un amico, Enrico Pedrotti, che lo convince ad utilizzare una stanza che ha a disposizione. È il 23 ottobre 1973: Banco diventa realtà.

Da qui si dipana la vicenda professionale e culturale di Minini che, il 16 di questo mese, sarà possibile ammirare nel film diretto da Manuela Teatini. L’occasione risiede nella 15ma edizione del Biografilm Festival-International Celebration of Lives, tra le più note kermesse europee dedicate a documentari e fiction, quest’anno in corso dal 7 al 17 giugno.

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

TI AMO, TI ODIO: AZIENDE E INFLUENCER, UN RAPPORTO BELLISSIMO, MA COMPLICATO

Attualità

GOOGLE VIETA LE RECENSIONI REALIZZATE CON INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Attualità

PARTITE IVA: ECCO LE MIGLIORI APP PER FARE LE DICHIARAZIONE DEI REDDITI

Economia

IL DISAGIO GENERAZIONALE NELLE SCUOLE

Scuola

EDUCARE I BAMBINI ALL’AMBIENTE: ESCE IL FILM D’ANIMAZIONE “TOBIA E I COLORI DEL MONDO”

Cultura

I NUOVI INCENTIVI AUTO E MOTO

Ecosostenibilità

CURRICULUM VITAE: ECCO PERCHE’ SONO CESTINATI IN POCHI SECONDI

Attualità

“CIRCOLARI, MONTABILI E RICICLABILI”: C+S ARCHITECTS DISEGNA DUE PROTOTIPI DI SCUOLE MATERNE IN PIEMONTE

Scuola

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter