Connect with us

Cultura

CATER GARDNER E LE INTELLIGENZE MULTIPLE

Normalmente quando si pensa al potenziale cognitivo di ogni persona si parla di intelligenza in maniera molto generica, non possiamo però trascurare l’importante teoria sostenuta da Howard Gardner.

Neuropsicologo statunitense ha sostenuto nel suo libro “Formae mentis” come la mente umana sia costituita da ben otto tipi di abilità intellettive, definiti intelligenze multiple. In pratica potremmo paragonare la nostra mente ad un’arancia formata da spicchi (che corrispondono alle intelligenze) di dimensioni tra loro diverse che indicano lo sviluppo più accentuato o meno delle varie abilità intellettive, collegate tra loro dalle sinapsi. È ormai noto che l’intelligenza sia la capacità di comprendere, in modo unico e diverso tra un individuo e l’altro, il mondo in cui viviamo e di risolvere problemi ambientali, sociali e culturali che ci troviamo ad affrontare in ogni momento della vita. Si tratta pertanto, come sostenuto da Piaget, di una funzione cognitiva che permette l’adattamento all’ambiente garantendo l’equilibrio tra le diverse strutture cognitive, il quale consente di implementare conoscenze e di apprendere nuove informazioni sempre più complete e complesse. Prima della diffusione della teoria di Gardner si riteneva che l’intelligenza fosse un costrutto quantificabile determinato da valori numerici, il QI (quoziente di intelligenza), scardinato dal concetto di intelligenza multipla, secondo cui non esiste un’unica intelligenza, ma diverse forme di essa. Questo studio si fonda sul presupposto che ogni essere umano possegga almeno sette abilità intellettive che, se stimolate, contribuiscono a sviluppare nuove capacità di apprendimento. Ecco perché anche nei bambini meno dotati la peculiarità fondamentale del docente consiste nell’individuare l’intelligenza più sviluppata quale canale comunicativo per nuove e più articolate forme di apprendimento. Analizziamo però le diverse forme di intelligenza:

Logico-matematica

Si tratta di un’intelligenza impiegata nella risoluzione dei problemi di logica. Sono soggetti che di solito trovano facile lavorare con concetti astratti. L’alunno che presenta questo tipo di intelligenza è solitamente abile nelle materie di ragionamento e logica e presenta un talento nella comprensione dei principi di causa ed effetto e nella risoluzione di problemi e grafici.

Verbale-linguistica

 È l’intelligenza utilizzata per articolare le parole in modo efficace, sia oralmente che per iscritto. Questa abilità è sviluppata negli studenti che hanno un talento nell’apprendere lingue straniere e materie umanistiche e coltivano una passione per la lettura. Musicale Gardner sottolinea che uno dei primi talenti che si evidenzia in un individuo sia proprio l’intelligenza musicale, presente in genere nelle persone che si sentono attratte dalla natura o dalla melodia. Gli studenti che prediligono questo tipo di intelligenza di solito apprendono facilmente a suonare uno strumento musicale ed amano esprimersi attraverso melodie e canzoni.

Corporeo-cinestetica

È l’intelligenza sfruttata da tutto il corpo per esprimere idee e sentimenti, nonché l’abilità nell’uso delle mani per trasformare gli oggetti. Questo tipo di abilità è tipica degli studenti che preferiscono le ore di attività motoria e le ore di laboratori pratici.

Spaziale-visiva

È l’abilità propria di chi predilige le arti visive, ma anche di chi ha un buon senso dell’orientamento e non ha difficoltà nella realizzazione di mappe, quadri, disegni, diagrammi e grafiche illustrative. Gli studenti che posseggono questa dote sono coloro i quali si muovono e pensano per immagini, disegni e prospettive.

(da:pixabay.com)

Interpersonale

Rappresenta la capacità di entrare in empatia con gli altri attraverso la comprensione delle loro emozioni, intenzioni e desideri. Queste persone sono dotate di una forte sensibilità nel comprendere espressioni facciali, tono di voce, gesti e postura. Un alunno con questo tipo di intelligenza è abile a tessere relazioni e spesso ricopre il ruolo di mediatore in situazioni di disputa.

Intrapersonale

Consiste nell’essere consci dei propri sentimenti, umori e stati mentali, esprimendoli senza farsi sopraffare. Si tratta quindi di capire se stessi, riconoscendo ed individuando le proprie paure ed ansie. Questo tipo di abilità include la riflessione, l’autocomprensione e l’autostima. La si riscontra in coloro che amano prendersi del tempo per la riflessione individuale, per valutare i propri compiti e per lavorare sui propri punti di forza e di debolezza.

Naturalistica

È quel tipo di intelligenza legata al riconoscimento ed alla classificazione degli elementi della natura che ci circonda. Caratterizza gli studenti che apprezzano le lezioni di biologia e scienze, a cui piace lavorare all’aria aperta, osservare la natura, la tutela e la protezione dell’ambiente.

Perché è importante individuare le proprie abilità?

Secondo Gardner ogni persona è caratterizzata dalla propria particolare “miscela” di abilità e identificandola ogni essere umano avrebbe la possibilità di sfruttarla al meglio in modo da raggiungere il benessere, facilitando il raggiungimento dei propri obiettivi, oltreché portare valore alla propria comunità. Avere, quindi, una consapevolezza circa le proprie capacità ed il tipo di intelligenza posseduta permetterebbe agli individui e soprattutto agli studenti di sviluppare i propri punti di forza, formando così una comunità in grado di affrontare un mondo sempre più competitivo.

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

EUROVISION 2022: TORINO PRONTA AD ACCOGLIERE IL SONG CONTEST

Musica

COME IL COVID-19 HA PEGGIORATO LE DIPENDENZE: LO SHOPPING COMPULSIVO

Terzo settore

CHE MUSICA SUONEREMO DOPO FRANCO CERRI?

Musica

“IL MIGLIORE. MARCO PANTANI”: DAL 18 AL 20 OTTOBRE USCITA EVENTO AL CINEMA.

Cinema

KETTLEBELL: COS’È E A COSA SERVE

Fitness

MATRIMONI: LA NUOVA TENDENZA E’ IL “BALLO DEGLI SPOSI”

Attualità

IL FOLLE CHE VOLEVA ESSERE SE STESSO

Medicina

LA LEGGENDA DI CHARLES MINGUS IN UN GRAPHIC NOVEL

Musica

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter