Connect with us

Food & wine

LA CINEGUSTOLOGIA RACCONTA I SEGRETI DELLA PELLICOLA

I codici linguistici, così complessi e articolati da sempre circondano la nostra vita, infatti, elementi indispensabili della semiotica strutturale, indicano il buon esito degli scambi comunicativi.

Il mondo dell’audiovisivo, continuamente sommerso dalla nascita ed evoluzione di nuove piattaforme comunicative, vede una costante omologazione dei linguaggi con alla quale si è dovuta adeguare anche la critica. 

L’assenza di un’indagine che sveli e racconti le emozioni reali, fin troppo spesso nascoste dietro un prodotto artistico, tende ad allontanare sempre più i lettori o il pubblico dalla profondità del sentire e gustare. Sottolineare l’importanza delle emozioni è esattamente ciò che si propone di fare la Cinegustologia, una parola che non solo racconta di cinema, ma anche di sapori a tavola, perché, anche i piatti sono intrisi di arte e di emotività.

Ogni chef ha una propria carta d’identità e un proprio modo di cucinare che parte da un certo tipo di approccio alla creatività in generale. Non si deve restare sorpresi nel momento in cui uno chef viene accostato a un film. L’accostamento spesso viene fatto, perché, il suo stile e il suo approccio artistico, hanno qualcosa a che vedere con quel modo d’intendere l’arte culinaria. 

A dar vita a tutte queste curiosità, ci pensa il nuovo format di Gambero Rosso HD intitolato: COME TI CUCINO UN FILM (in onda Sky sui canali 132 e 412): 

Marco Lombardi, autore e conduttore della trasmissione, in ogni puntata racconterà una pellicola estrapolando 3 personaggi, oppure 3 anime, o ancora 3 temi, facendoli “cucinare” a quello chef che così tanto c’entra con il film in questione.

L’obiettivo è quello di raccontare una pellicola immaginandola come qualcosa da mangiare: raccontare un film con un personaggio dal viso tenero e dolce, attraverso fragole e zucchero, fino ad arrivare a raccontare una storia cruda, dura e amara, pur alleggerita da qualche inserto di balsamico o piccante. 

Grazie all’accordo con alcuni distributori che hanno creduto nel progetto, i film trattati sono appena usciti in sala o nel mercato home video. Altre volte, invece, costituiscono una vera e propria anticipazione cinegustologica di una pellicola prossima alla distribuzione.

Tra le novità, il caso dell’opera prima di Pietro Castellitto, “I PREDATORI”, vincitrice del premio per la migliore sceneggiatura all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Orizzonti.

Nella puntata di questa sera in onda alle ore 19 si parlerà del documentario “THE BEE GEES: HOW CAN YOU MEND A BROKEN HEART” (di Universal) trasformando 3 loro canzoni (una degli anni ’60, una dei ’70, l’altra degli ’80) in 3 piatti, cucinati dallo chef Stefano Marzetti;

In una delle prossime puntate, invece, si cucinerà il film “RITORNO AL CRIMINE” cucinando 3 personaggi, uno dei quali interpretato da Gianmarco Tognazzi che sarà ospite della trasmissione per “assaggiare”… sè stesso!!

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

GIORNATA MONDIALE DELLA VOCE, UN ADULTO SU 5 PRESENTA DISTURBI ALLE CORDE VOCALI: PER SALVAGUARDARLE SCENDE IN CAMPO L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Medicina

L’AUMENTO DEL DISAGIO TRA I GIOVANI: UNA NUOVA EMERGENZA

Cronaca

ARTE: A ROMA I PECCATI CAPITALI DI ILARIA REZZI NELLA MOSTRA “PECCATI BLU”

Arte

E-PORTFOLIO – TUTOR: QUALE RUOLO PER LA MATURITA’?

Scuola

NASCE A MILANO IL PRIMO ALL YOU CAN EAT DI SCIATT E PIZZOCCHERI BIANCHI

Food & wine

TORNA L’ORA LEGALE

Attualità

PASQUA: SIGNIFICATO CULTURALE E RELIGIOSO                                                     

Attualità

I VIDEOGIOCHI D’AZIONE RISOLVONO IL DISTURBO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI A RISCHIO DI DISLESSIA

Scuola

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter