Connect with us

Ecosostenibilità

LAVORI DI….”MONTAGNA”

La routine della città con la vita da ufficio dietro ad una scrivania e ad un computer circondati da una
miriade di documenti è risaputo essere molto stressante.
di Tiziana Bosio

Foto di Daniel Mačura da Pixabay

Lavorare a stretto contatto con la natura può rappresentare un toccasana per lo spirito facendo esperienza totalmente all’aria aperta. Una delle attività più ambite nelle zone di montagna è sicuramente quella della guardia forestale. Questa particolare figura si occupa di sorvegliare boschi, prati, parchi, riserve naturali e ogni zona naturale con l’obiettivo di salvaguardare le aree ed intervenire tempestivamente in caso di incendi, costruzioni abusive, inquinamento e ogni tipo di azione che possa rappresentare una minaccia per la natura.

Per diventare guardia forestale bisogna necessariamente superare un concorso pubblico che permetterà
quindi di fare parte ufficialmente del corpo di Guardia Forestale dello Stato.
In montagna inoltre ci sono tantissimi agriturismi che ospitano ogni anno un numero di viaggiatori in
costante aumento. Queste strutture offrono diversi tipi di lavoro, dalla ristorazione all’aiuto in fattoria e nei pascoli, fino alla produzione dei cibi a Km 0.

Per provare a fare questa esperienza basta inviare una candidatura in una delle tantissime strutture che si
trovano in montagna: molte ricercano personale stagionale, che rappresenta un’ottima occasione per
avvicinarsi gradualmente alla vita di alta quota e comprendere se è veramente ciò che interessa.

Il rifugio
Il rifugio è un’attività richiesta sia in estate che in inverno: nella stagione più fredda sono molti i turisti e gli sciatori che ne usufruiscono, mentre in estate è una meta apprezzata dalle famiglie e da chiunque voglia trascorrere qualche giorno di relax.

Per poter aprire un rifugio occorre però documentarsi bene sulle regole regionali al fine di rispettare le
norme igienico-sanitarie. Una operazione importante da fare subito è iscriversi alla camera di commercio in modo da ottenere l’autorizzazione, attendere le verifiche dei vigili del fuoco e infine aprire una posizione inps e inail. Occorre poi non dimenticare che per poter somministrare cibi e bevande bisogna frequentare un corso HACCP che ha come finalità la garanzia della sicurezza igienica e della commestibilità dei prodotti.

Scegliere di aprire un negozio
Per chi desidera optare per un’attività imprenditoriale è possibile provare ad aprire un negozietto in montagna: le tradizionali botteghe artigiane costituiscono vere e proprie attrazioni turistiche in cui si
possono acquistare oggetti per la casa, sculture in legno, tessuti artigianali, coperte e piumoni….
Le opportunità sono molte, dal classico negozio di souvenir, a quelli dedicati ai prodotti tipici locali o alle
attrezzature e all’abbigliamento sportivo e sciistico.

Inoltre per chi ne ha la possibilità è possibile scegliere di aprire un centro benessere: l’aria di montagna ben si presta a chi ha voglia di godersi momenti di relax ed è l’ideale per chi si reca abitualmente a sciare ed ha bisogno di qualche momento di pausa.

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

TORNA LA GIORNATA DI RACCOLTA DEL FARMACO

Medicina

“MALA TEMPORA CURRUNT….” ossia “CORRONO BRUTTI TEMPI”

Cultura

LA CRESCITA DELL’INFLAZIONE SPINGE IN ALTO LE ASTE ONLINE

Economia

ESAMI DI MATURITÀ 2023: IL TEMA E LE MATERIE DELLA SECONDA PROVA

Scuola

EUROPEAN DATA PROTECTION DAY 2023

Finanza

IL MONDO DELLO SPORT ITALIANO A CONFRONTO SULLE SFIDE DEL FUTURO

Sport

27 GENNAIO 2023: IL DOVERE DI RICORDARE

Cultura

L’87% DEGLI ITALIANI È PREOCCUPATO PER LA CRISI ECONOMICA

Economia

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter