Connect with us

Ecosostenibilità

SALUTE: LA RIVOLUZIONE DEL BENESSERE E DELL’AMBIENTE PARTE DALL’USO DELL’ACQUA

L’acqua è una delle nostre risorse più preziose, ma spesso ce ne dimentichiamo. L’oro blu permette la vita sul nostro pianeta, ma troppo spesso lo diamo per scontato e lo sprechiamo, come se fosse una risorsa illimitata.

Sebbene la Terra sia costituita dal 71% di acqua, quella disponibile per l’essere umano, ossia quella dolce, è solo il 2,5% del totale. Se escludiamo la superficie delle nevi e dei ghiacciai, ci renderemo conto che l’acqua effettivamente accessibile è circa l’1%

Le crisi idriche rappresentano perciò le più grandi minacce del futuro. I fiumi sono spesso troppo inquinati per essere utilizzati a scopo agricolo, l’industria agroalimentare sfrutta il 69% delle risorse idriche mondiali, senza contare le grandi perdite derivanti dalle perdite presenti negli acquedotti. 

L’acqua inizia a scarseggiare già oggi ed è un bene sempre più raro e prezioso. Per questo è necessario un uso responsabile e sostenibile dell’acqua ed una grande attenzione al risparmio idrico anche nella nostra quotidianità.

Ad oggi, secondo una ricerca della Fondazione Barilla, il consumo di acqua pro-capite quotidiano è di 80 lavatrici a pieno carico, o 33 docce da dieci minuti.

Una quantità pari a 4mila litri di acqua che, secondo le Nazioni Unite, si possono risparmiare adottando semplici abitudini per uno stile di vita sostenibile. Per questo ogni individuo è chiamato a fare la sua parte per tutelare l’ambiente e la nostra preziosa acqua.

Una società responsabile oggi deve impegnarsi a valorizzare l’acqua che abbiamo a disposizione per il benessere delle persone, il rispetto dell’ambiente, riducendo l’inquinamento, gli sprechi e utilizzando materiali e tecnologie come bioceramiche e minerali rari.

Infatti la bioceramica è un composto ceramico altamente biocompatibile, utilizzata in campo medico a partire dagli anni ’70, che ha molteplici campi d’applicazione, tra cui quello del trattamento dell’acqua. Le bioceramiche utilizzate per la purificazione dell’acqua sono piccole sfere reperibili in diverse dimensioni, colori e composizione. Sono create a partire dall’argilla con l’aggiunta di minerali rari e ossidi di minerali, compattate ad altissime temperature.  Agiscono sulle molecole dell’acqua in modo assolutamente naturale, tramite il semplice contatto, producendo molteplici effetti tra cui quello di disgregare il calcare, rendere l’acqua alcalina, neutralizzare il cloro, conferire all’acqua effetti antiossidanti, eliminare batteri e disgregare le macro-molecole dell’acqua, infondendole una maggiore capacità di idratazione del corpo.

Le bioceramiche permettono così di migliorare la qualità dell’acqua e favorire il benessere dell’organismo. Sono totalmente eco-compatibili e a fine vita riciclabili mescolandole per esempio nel terreno delle piante, dove continueranno la loro azione benefica anche per le nostre piante.

Abbiamo chiesto all’inventore Bruno Bartoletti Stella, l’importanza di attivare l’acqua con le bioceramiche. Giovanissimo, ha iniziato a lavorare nell’azienda di famiglia (Biococoon) e si è specializzato nell’ambito delle biotecnologie.

“L’acqua che normalmente beviamo, che sia in bottiglia, del rubinetto, conservata in caraffe filtranti o addolcitori è morta, ossia ha un ph non ottimale ed è ossidante – dichiara Bartoletti Stella – . A questo si aggiungono alimenti e bevande con un ph acido che costringono il nostro organismo ad un lavoro extra per mantenere il ph di 7.42 costante, mentre i radicali liberi accelerano il processo di invecchiamento cellulare”. 

“Bere acqua attivata con le bioceramiche, invece, permette di prendersi cura del proprio corpo, ristabilire il ph ottimale, favorire il ringiovanimento cellulare e ridurre drasticamente i radicali liberi”. 

Come avviene tutto questo?

“Al contrario dei classici filtri per l’acqua, Biococoon non contiene carboni né resine, classificati come “rifiuti speciali”, ma attiva semplicemente l’acqua a contatto con essa ed una volta esaurite possono essere versate nel terriccio delle piante dove continueranno la loro azione benefica oppure nell’indifferenziata”.

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

EUROVISION 2022: TORINO PRONTA AD ACCOGLIERE IL SONG CONTEST

Musica

COME IL COVID-19 HA PEGGIORATO LE DIPENDENZE: LO SHOPPING COMPULSIVO

Terzo settore

CHE MUSICA SUONEREMO DOPO FRANCO CERRI?

Musica

“IL MIGLIORE. MARCO PANTANI”: DAL 18 AL 20 OTTOBRE USCITA EVENTO AL CINEMA.

Cinema

KETTLEBELL: COS’È E A COSA SERVE

Fitness

MATRIMONI: LA NUOVA TENDENZA E’ IL “BALLO DEGLI SPOSI”

Attualità

IL FOLLE CHE VOLEVA ESSERE SE STESSO

Medicina

LA LEGGENDA DI CHARLES MINGUS IN UN GRAPHIC NOVEL

Musica

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter