Connect with us

Scuola

METAVERSO: LA SCUOLA DEL FUTURO

Il PNRR ha consentito agli istituti scolastici di accedere al progetto 4.0 per favorire un’educazione basata su percorsi integrati per l’interazione tra soggetto che apprende e scuola educante.
di Eliana Cavanna

Foto di Riki32 da Pixabay

La nascita della scuola 4.0 rappresenta un’importantissima opportunità che da un lato entusiasma tutti e, contestualmente, introduce ad una nuova “era pedagogica” il cui repentino cambiamento è stato anticipato dall’introduzione di smartphone e tablet con le innumerevoli applicazioni dedicate all’apprendimento. Proprio queste ultime hanno rappresentato un valido supporto durante l’esperienza della pandemia che ci ha costretti ad affrontare la didattica a distanza attraverso un radicale e improvviso cambiamento in cui sono state organizzate le lezioni da remoto. Abbiamo assistito ad una transizione digitale in ambito educativo nel cui vortice docenti e discenti si sono trovati ad affrontare un modello di apprendimento immersivo basato sulle nuove tecnologie.

Nella futura scuola del metaverso, invece, per stimolare i processi di apprendimento gli studenti con un device potranno addentrarsi verso nuove forme di narrazione, produrranno percorsi aumentativi costruiti su ski-lift e immagini. In tal modo, proprio partendo da nuovi metodi interattivi, attraverso attività online, la didattica assumerà una nuova configurazione.

Nel metaverso i ragazzi potranno visitare mostre, musei, città, oltre ad avere la possibilità di partecipare a laboratori virtuali aprendosi alla possibilità di un confronto con il resto del mondo con la mediazione di una nuova didattica costituita dalla fusione tra l’insegnamento tradizionale e quello sperimentale: proprio l’apprendimento attraverso il virtuale costituirà il fulcro della nuova didattica per garantire un sistema innovativo e di qualità rispondente ai bisogni della nuova generazione.

Tutti gli studenti diventeranno protagonisti attivi del loro sapere in quanto, nel rispetto dei propri individuali tempi di apprendimento, si addentreranno direttamente nel nuovo ambiente di apprendimento senza che il docente gli trasmetta alcuna nozione.

Un ecosistema virtuale ed interconnesso all’interno del metaverso
L’apprendimento on line predispone nuovi mondi digitali basati sulle modalità del gaming in base alle quali si potranno realizzare ambientazioni virtuali che costituiranno la strategia del problem solving. Infatti con l’utilizzo degli strumenti della realtà aumentata si registra una maggior efficacia degli apprendimenti e quindi una maggiore possibilità per ogni studente di conseguire quel successo formativo che costituisce l’obiettivo fondamentale per il buon esito del percorso scolastico.

Le nuove piattaforme educative garantiranno l’apprendimento on line verso una nuova era mista tra
mondo reale e mondo virtuale, dando origine al multiverso che si compone di diverse tecnologie:

BLOCKCHAIN – un registro digitale le cui voci sono raggruppate in “blocchi” concatenati, la cui integrità è
garantita dall’utilizzo della crittografia;
CRIPTOVALUTE – una forma di valuta digitale che usa la crittografia per proteggere le transazioni;
NON FUNGIBLE TOKEN – gli NFT sono certificati digitali che rendono un’opera unica e non ripetibile.
Utilizzano un sistema decentralizzato per registrare la proprietà intellettuale;
VR e AR – la realtà virtuale e la realtà aumentata sono tecnologie immersive, la VR simula un’esperienza
reale grazie all’uso di un visore, l’ AR permette di amplificare il mondo reale inserendovi contenuti digitali;
INTELLIGENZA ARTIFICIALE – l’intelligenza artificiale (IA) è l’abilità di una macchina di mostrare capacità
umane quali l’apprendimento, la pianificazione e la creatività;

INTERNET OF THINGS con IOT ci si riferisce al processo di connessione ad internet di oggetti fisici, dalle
lampadine ai dispositivi medici.

Per quanto il metaverso possa apparire come una possibilità remota, in realtà esso esiste già: alcuni giochi
on line sono dei veri e propri metaversi, dove giovani di tutto il mondo giocano tra loro, partecipano a
concerti ed interagiscono. Come oggi non fa scalpore sapere che una coppia di fidanzati si è conosciuta
tramite una app di incontri, probabilmente tra una decina di anni sarà normale frequentare qualcuno nel
metaverso. La nostra crush potrebbe essere una persona che, magari, non abbiamo mai visto nel mondo
reale perché vive a migliaia di chilometri di distanza. E chissà se, sempre tra qualche anno, sarà ancora
importante distinguere il sesso della persona che frequenteremo nel metaverso9 visto che tutti useremo
degli avatar e di conseguenza potremo essere chiunque vogliamo, senza distinzione di genere.
E’ difficile sapere oggi come la società cambierà per colpa o per merito del metaverso, di sicuro sappiamo
che questa rivoluzione tecnologica, ormai avviata, non potrà essere fermata!

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Post di tendenza

ARTE: A ROMA I PECCATI CAPITALI DI ILARIA REZZI NELLA MOSTRA “PECCATI BLU”

Arte

E-PORTFOLIO – TUTOR: QUALE RUOLO PER LA MATURITA’?

Scuola

NASCE A MILANO IL PRIMO ALL YOU CAN EAT DI SCIATT E PIZZOCCHERI BIANCHI

Food & wine

TORNA L’ORA LEGALE

Attualità

PASQUA: SIGNIFICATO CULTURALE E RELIGIOSO                                                     

Attualità

I VIDEOGIOCHI D’AZIONE RISOLVONO IL DISTURBO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI A RISCHIO DI DISLESSIA

Scuola

RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA E LOTTA ALLA DISPARITA’ DI GENERE

Attualità

CRISI CLIMATICA E BIODIVERSITA’

Ecosostenibilità

Articoli recenti

Facebook

Connect
Newsletter